Incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro

Vi informiamo della pubblicazione ufficiale del nuovo Bando ISI INAIL 2013 che ha l’obiettivo di incentivare gli investimenti delle imprese per la realizzazione di progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

SOGGETTI BENEFICIARI
Sono ammesse a contributo tutte le imprese, anche individuali, ubicate sul territorio nazionale. Non potranno partecipare le imprese che hanno ottenuto il provvedimento di ammissione al contributo per uno degli Avvisi pubblici INAIL 2011 o 2012.

INVESTIMENTI AMMISSIBILI
Sono ammessi a contributo progetti ricadenti in una delle seguenti tipologie:

  1. Progetti d’investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza sul lavoro, attraverso riduzione o eliminazione dei rischi e adozione di misure di prevenzione;
  2. Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale;
  3. Progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro e macchinari “ante Direttiva Macchine”.

ESEMPI PRATICI
– Ristrutturazione o modifica strutturale e/o impiantistica degli ambienti di lavoro;
– Modifiche del layout produttivo;
– Interventi relativi alla riduzione/eliminazione di fattori di rischio quali, ad esempio: esposizione ad agenti biologici, sostanze pericolose, agenti chimici, cancerogeni e mutageni, agenti fisici (rumore, vibrazioni, radiazioni ionizzanti / non ionizzanti, radiazioni ottiche artificiali), movimentazione manuale dei carichi e movimenti ripetuti, etc.;
– Adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro di settore previsti da accordi INAIL-Parti Sociali;
– Adozione di un modello organizzativo e gestionale conforme all’art.30 del D.Lgs. 81/2008 s.m.i.;
– Adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art.30 del D.Lgs.81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2:2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile;
– Adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000;
– Modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente;
– Rottamazione e sostituzione o adeguamento di macchinari messi in servizio anteriormente al 21/09/1996 con attrezzature rispondenti ai requisiti di cui al Titolo II del D.lgs.81/2008 s.m.i. e di ogni altra disposizione di legge applicabile in materia.

CONTRIBUTO
L’agevolazione sarà costituita da un contributo a fondo perduto pari al 65% dei costi ammissibili sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto fino ad un massimo di 130.000 euro ed un minimo di contributo pari a € 5.000.
Per le imprese fino a 50 dipendenti che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale non è fissato il limite minimo di spesa.
Per i progetti che comportano un finanziamento superiore ai 30.000 euro, sarà possibile richiedere un anticipo del 50% dell’importo del contributo.

TEMPISTICHE
Le domande potranno essere presentate dal 21 gennaio all’8 aprile 2014.

VINCOLI
Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia Autonoma.
Le domande devono essere presentate in modalità telematica secondo 3 fasi successive. In caso di accoglimento dell’istanza, il progetto deve essere realizzato e rendicontato entro 12 mesi dalla data di ricezione della comunicazione di esito positivo della verifica.

COSA FARE
Può contattarci per richiedere la consulenza necessaria a portare a termine la domanda di contributo e, nel caso specifico, tutte le attività finalizzate all’ottenimento del contributo stesso ivi comprese le attività di rendicontazione delle spese.